EMDR IN PSICONCOLOGIA

Il trattamento EMDR sui malati di cancro è da considerarsi ottimale per il ripristino dell’equilibrio emotivo e relazionale attraverso la emdrrielaborazione dei ricordi stressanti e traumatici della malattia, valorizzando le risorse dell’individuo e la sua capacità di autoregolazione innata. Nello specifico, il contributo dell’EMDR, è finalizzato a rielaborare i fattori di stress e rischio degli eventi attuali (diagnosi oncologica), agli eventi passati (traumi collegati alla malattia, lutti, separazioni, etc.) e agli elementi relativi alla preoccupazione e paure del futuro, seguendo un modello di riferimento “passato, presente, futuro”.

Inoltre, l’efficacia del trattamento EMDR si focalizza anche su aspetti di risorse personali del paziente che contribuiscono a rinforzare la sua capacità di resilienza per supportare gli aspetti di vulnerabilità psicofisica modificati dalla cronicità della malattia.

E’ fondamentale puntualizzare come la terapia EMDR non si sostituisca alla terapia medica adeguata, ma lavora in parallelo per integrare i due ambiti di intervento secondo il modello bio-psico-sociale.